top of page

Premio "Sergio Borghi"

E' manifesto per isperienza, e per ragioni naturali, che la civiltà degli uomini venendo innanzi,

rende l’aria, ne’ paesi abitati da essi,

di giorno in giorno più mite

Giacomo Leopardi,

Pensieri XXXIX

Il Premio nasce con la volontà di sostenere e premiare studi e iniziative meritevoli che mostrino un forte legame con il mondo meteorologico.

Fondazione OMD ha istituito il “Premio Borghi” per ricordare e rendere omaggio alla memoria del suo Fondatore e Presidente Onorario, Sergio Borghi, scomparso prematuramente nel Novembre 2016. 

Sergio Borghi ha ricoperto i ruoli di Capo del Centro Meteorologico dell’Aeronautica di Milano Linate e di Direttore dello Storico Osservatorio Meteorologico di Milano Duomo, nell’arco della sua lunga carriera ha dato sempre con entusiasmo e passione un significativo contributo allo studio e alla diffusione della scienze meteorologiche.

Per i collaboratori di Fondazione OMD e per tutte le persone che nel corso degli anni hanno avuto modo di lavorare con lui, il Professor Borghi, in virtù della sua grandissima cultura e umanità, è stato una guida professionale, un mentore scientifico e un prezioso amico.

indice

5a Edizione 2021

In collaborazione con:

Questa quinta edizione del Premio, ospitata dal Festivalmeteorologia 2021 di Rovereto (TN) dal 18 al 20 novembre, ha messo a disposizione la somma di € 2000 Euro equamente suddivisi tra i vincitori delle due categorie concorso video e università. Sabato 20 novembre, si è svolta la cerimonia di premiazione:

Categoria Università

Come nelle precedenti edizioni del Premio, abbiamo richiesto agli studenti universitari (Laurea Triennale e/o Magistrale tra novembre 2020 e ottobre 2021, con tesi su un argomento connesso alla meteorologia) di presentare un poster con i contenuti della propria tesi e un video in cui l’autore li illustrasse di persona.

Obiettivo del Premio è infatti sottolineare l’importanza della comunicazione in ambito meteorologico e valorizzare la capacità di comunicare efficacemente il proprio operato da parte dei partecipanti.

La vincitrice di quest'anno è Sofia Flora, con la sua Tesi di Laurea Magistrale in Fisica presso l'Università degli Studi di Trieste, "Simulazione numerica di processi fisici rilevanti nella transizione tra la mesoscala e la microscala atmosferica”

Al secondo posto il lavoro di Laura Trentini, Tesi di Laurea Magistrale in Meteorologia Ambientale all'Università degli Studi di Trento e Innsbruck Universität, con la tesi"Evaluation of WRF model and development of an algorithm for downscaling temperature minima in complex terrain in Trentino”

Al terzo posto, si è classificato il lavoro di Nicolàs Chaves, con una Tesi di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile al Politecnico di Milano, dal titolo"Performance evaluation of the MOLOCH meteorological model for discharge forecasting over the Seveso-Olona-Lambro river basins”

Categoria Concorso Video 

 

 

Scopo del concorso video legato alla quinta edizione del Premio Borghi, è quello di aumentare il senso di connessione con l’ambiente, lavorando sulle percezioni individuali e sensibilizzando i "non addetti ai lavori"a cogliere quegli aspetti meteorologici che apparentemente non hanno un significato pratico, ma che possono assumere valore scientifico, in quanto concorrono a comporre, nel loro insieme, un "quadro" climatico che mostri segnali di cambiamento. E percepire il clima che cambia è un punto di partenza fondamentale per intraprendere le azioni che possano mitigare il cambiamento climatico che stiamo vivendo.

Il vincitore di questa quinta edizione del premio Sergio Borghi per la categoria concorso video, che si è aggiudicato la somma di € 1000 è Francesco Cufino, con il video "Sotto la neve"

Dalla scheda di progetto:
"Non c'è nessuno più incline al narrare di una persona che si avvicina al termine della propria esistenza e che ha vissuto l'epoca in cui il ciclo della natura non si forzava, ma si assecondava.
Il racconto della protagonista è il racconto dei cambiamenti climatici; ogni racconto del mondo naturale è anche racconto di vita."

Simone Frattini si aggiudica il premio della giuria popolare, grazie al notevole apprezzamento espresso sui social dal pubblico per il video "L'arrivo dell'autunno".

Dalla scheda di progetto:
"Il video è stato girato dal Monte Gazzo, in posizione privilegiata per osservare dall'alto la città di Genova e il Mar Ligure.
Il video riesce a catturare chiaramente il movimento della base del temporale che stava interessando il Tigullio ed i fenomeni associati."

Gli altri video finalisti:

Titolo: Luna, stelle e sole si inseguono…e in questa magia, gli animali si ritrovano nella neve del Pian Cansiglio
Video di Andrea Costantini
Dalla scheda di progetto:
"L'ambientazione è l'Altopiano del Cansiglio, un vasto altopiano delle Prealpi Bellunesi, circondato dall’omonima foresta.
Il video nasce come rappresentazione delle infinite possibili combinazioni di colori, atmosfere e forme che l'interazione tra la neve ed il paesaggio, così come gli animali che lo popolano, riescono a generare, rendendo ogni volta l'esperienza sensoriale qualcosa di magico, di nuovo, di inesplorato."

Titolo: Cogli l'attimo e vola
Video di Giovanni Imbrogno.
Dalla scheda di progetto:
"Le immagini sono state riprese sulle Alpi del Trentino e in Basilicata, con il supporto di un drone.
L'obiettivo è stato quello di mettere in evidenza che, nonostante le distanze, i fenomeni meteorologici risultano affascinanti e ricchi di significato ovunque sul globo."

Titolo: Banner Clouds - Tofana di Rozes
Video di Matteo Monzali.
Dalla scheda di progetto:
"Il video è stato girato dalla Cima Averau e ha ripreso la formazione di Banner Clouds. Queste nubi sono abbastanza lente per quanto sono vicine, il video è stato quindi velocizzato quattro volte. Ad accompagnare le immagini solo il rumore del vento."

Titolo: Roll Cloud, Castelluccio di Norcia
Video di Massimiliano Squadroni, Leonardo Angelini e Luciano Angelini
Dalla scheda di progetto:
"Siamo a Castelluccio di Norcia, nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Questo timelapse regala la suggestione di un'alba e la magia di un tramonto mentre coglie l'evoluzione del paesaggio e la dinamica di un fenomeno atmosferico, elementi che spesso sfuggono all'occhio distratto."

5

4a Edizione 2020

In collaborazione con:

La quarta edizione del Premio, ospitata dal Festivalmeteorologia 2020 che si è svolto online il 14 novembre, ha messo a disposizione la somma di 1000 Euro per il vincitore della categoria università.
Obiettivo del premio è sottolineare l’importanza della comunicazione in ambito meteorologico
e valorizzare la capacità di comunicare efficacemente il proprio operato da parte dei partecipanti al Premio.

Agli studenti universitari (Laurea Triennale e/o Magistrale tra novembre 2019 e ottobre 2020, con tesi su un argomento connesso alla meteorologia) è stato chiesto di presentare i contenuti della propria tesi attraverso un poster e (preferibilmente) anche con un video in cui l’autore li illustrasse di persona.

Il vincitore di quest'anno è Alessandro Minigher, Studente del Corso Magistrale di Fisica dell'Università degli Studi di Trieste

Anche Francesco De Martin, che si piazza secondo, ha svolto la sua tesi di Laurea Triennale in Fisica all'Università degli Studi di Trieste

Al terzo posto, si è classificato il lavoro di Olivia Ferguglia, per la sua Laurea Magistrale in Fisica del Sistema Terra all'Università di Bologna

4

3a Edizione 2019

Questa terza edizione del Premio, ospitata dal Festivalmeteorologia 2019 tenutosi a Rovereto (TN) dal 15 al17 novembre, ha messo a disposizione la somma di € 1000 Euro per il vincitore della categoria università.

 

Il premio ha inoltre assegnato un riconoscimento speciale a MeteoNetwork, per l'importante lavoro che un’associazione di soli volontari svolge da oltre 15 anni con una forte passione, un grande impegno ed una competenza e professionalità che non è affatto scontato trovare in una associazione di amatori.

Nella giornata conclusiva del Festival, domenica 17 novembre, si è svolta la cerimonia di premiazione.

 

In collaborazione con:

Categoria Università

Obiettivo del premio è sottolineare l’importanza della comunicazione in ambito meteorologico e valorizzare la capacità di comunicare efficacemente il proprio operato da parte dei partecipanti al Premio.

Agli studenti universitari (Laurea Triennale e/o Magistrale tra novembre 2018 e ottobre 2019, con tesi su un argomento connesso alla meteorologia) è stato chiesto di presentare i contenuti della propria tesi attraverso un poster e (preferibilmente) anche con un video in cui l’autore li illustrasse di persona.

Ha vinto il lavoro di Stefano Della Fera, Studente del Corso Magistrale di Fisica del Sistema Terra dell'Università di Bologna.

Al secondo posto la tesi di Laurea Magistrale di Antonio Giordani, dell’Università di Innsbruck.

Al terzo posto, si è classificato il poster di Maria Chiara Del Vecchio, per la sua Laurea Magistrale al Politecnico di Milano.

3

2a Edizione 2018

In collaborazione con:

Questa seconda edizione del Premio, ospitata dal Festivalmeteorologia 2018 tenutosi a Rovereto (TN) dal 16 al18 novembre, ha messo a disposizione la somma di € 2000 Euro equamente suddivisi tra i vincitori delle due categorie scuole superiori e università.

 

Obiettivo di quest’anno è stato sottolineare l’importanza della comunicazione in ambito meteorologico e valorizzare la capacità di comunicare efficacemente il proprio operato da parte dei partecipanti al Premio.

Nella seconda giornata del Festival, sabato 17 novembre, al termine della sessione mattutina di conferenze, si è svolta la cerimonia di premiazione.

Categoria Università

Abbiamo richiesto agli studenti universitari (Laurea Triennale e/o Magistrale tra novembre 2017 e ottobre 2018, con tesi su un argomento connesso alla meteorologia) di presentare un poster con i contenuti della propria tesi e un video in cui l’autore li illustrasse di persona.

Ha vinto il lavoro di Michael Lonardi, laurea magistrale in Fisica e Astronomia all’Università di Uppsala. Il suo video, proiettato in sala, ha ricevuto gli apprezzamenti della platea.

Al secondo posto il lavoro di Marco Stefanelli, laurea magistrale in Fisica all’Università degli studi di Trieste.

Al terzo posto, si è classificato il lavoro di Giacomo Pincini, laurea magistrale in Fisica e Astronomia all’Università di Bologna.

Categoria Scuole Superiori 
(scuole secondarie di II grado)

 

 

Per partecipare al concorso video gli studenti hanno dovuto produrre un filmato dai contenuti inediti su tema:

STEREOmeteoTIPI: i luoghi comuni della Meteorologia. Quando l’eccezionalità diventa normale e quando la normalità diventa eccezionale.

I vincitori di questa seconda edizione del premio Sergio Borghi per la categoria scuole superiori, che si sono aggiudicati la somma di € 1000 in voucher per acquisti online il  sono stati i ragazzi della 4AG dell’I.T.T. Panella-Vallauri di Reggio Calabria.

Se pur non presenti in sala per la premiazione, i ragazzi ci hanno fatto arrivare un videomessaggio di ringraziamento che, insieme al video vincitore del concorso abbiamo, con molto piacere, proiettato in sala.

Si è classificato secondo il video di Simone Frattini dell’Istituto Ferraris-Pancaldo di Savona, a cui è andato anche un piccolo premio extra per l'impegno profuso nella realizzazione del lavoro.

Terzi classificati di questa seconda categoria, Gianluca Pitorri, Andrea Cortesi, Leonardo Camposecchi, Alberto Scaglione  dell’I.I.S. De Pinedo Colonna di Roma.

I ragazzi sono saliti sul palco per la consegna degli attestati di premiazione e hanno deciso di rendere omaggio, al loro docente, il Prof. Giovanni Colella, giunto quasi al termine della sua carriera, dedicandogli parole bellissime e regalando a tutti un momento molto toccante.

2

1a Edizione 2017

Il Premio "Sergio Borghi" è stato presentato al Festivalmeteorologia a Rovereto (TN) nei giorni 17-18-19 novembre 2017.

In questa prima edizione il Premio, del valore complessivo di euro duemila, è stato assegnato suddividendolo in egual parti ai 5 studenti neolaureati che hanno sviluppato la propria tesi di laurea o di laurea magistrale su un argomento connesso alla meteorologia, e che hanno partecipato alla Sessione Formazione del Festival, esponendo un poster con i contenuti della propria tesi nella mattinata di domenica 19 novembre, presso il Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell'Università di Trento a Rovereto. 

Questi i nomi e i titoli delle tesi dei premiati:

Antonina Cestaro, Università del Piemonte Orientale

“Analisi e confronto dei dati meteorologici di due centraline urbane”

POSTER - ABSTRACT

 

Lorenzo Cima, Università degli Studi di Torino 

“Importance of secondary ice generation in Hallett-Mossop process

for snow precipitation”

POSTER - ABSTRACT

 

Ilaria Gandolfi, Università degli Studi dell’Aquila 

“Caratterizzazione dello strato limite atmosferico mediante radiosondaggi

dal sito di Casale Calore, L’Aquila”

POSTER - ABSTRACT

 

Mattia Marchio, Università degli Studi di Trento 

“History and analysis of the precipitation series of Trento (1919-1993)”

POSTER - ABSTRACT

 

Mirco Vinante, Università degli Studi di Trento 

“Climatological Analysis of temperature data series in Trento”

POSTER - ABSTRACT

01_Assegnazione Premio Borghi 2017
02_Assegnazione Premio Borghi 2017
03_Assegnazione Premio Borghi 2017
04_Assegnazione Premio Borghi 2017
05_Assegnazione Premio Borghi 2017
06_Assegnazione Premio Borghi 2017
06_Assegnazione Premio Borghi 2017
press to zoom
07_Assegnazione Premio Borghi 2017
07_Assegnazione Premio Borghi 2017
press to zoom
08_Assegnazione Premio Borghi 2017
08_Assegnazione Premio Borghi 2017
press to zoom
09_Assegnazione Premio Borghi 2017
09_Assegnazione Premio Borghi 2017
press to zoom
10_Assegnazione Premio Borghi 2017
10_Assegnazione Premio Borghi 2017
press to zoom
11_Assegnazione Premio Borghi 2017
11_Assegnazione Premio Borghi 2017
press to zoom
12_Assegnazione Premio Borghi 2017
12_Assegnazione Premio Borghi 2017
press to zoom
13_Assegnazione Premio Borghi 2017
13_Assegnazione Premio Borghi 2017
press to zoom
14_Assegnazione Premio Borghi 2017
14_Assegnazione Premio Borghi 2017
press to zoom
1/1
1
bottom of page