• Samantha Pilati

I dati dell'autunno meteorologico 2021 a Milano


Una stagione caratterizzata, nel complesso, da temperature più elevate della media e da precipitazioni nella norma: così è stato l’autunno meteorologico a Milano. Bisogna però distinguere fra i tre mesi che lo compongono, che hanno avuto caratteristiche molto differenti tra loro.

Esaminiamo in dettaglio i dati registrati dalla nostra stazione di Milano Centro, confrontandoli con quelli del CLINO (Climatological Normal) 1991-2020.


Temperature

L’autunno 2021 si è concluso con una temperatura media di 15.8 °C, superiore di nove decimi rispetto alla corrispettiva media CLINO.

Da un punto di vista termometrico i mesi sono stati molto diversi tra loro. Settembre, con 22.4 °C di media è stato di ben due gradi più caldo del corrispettivo CLINO; si è particolarmente distinta per i suoi valori elevati la seconda decade del mese. Ottobre, con una media di 15 °C, è stato solo di un decimo superiore al corrispondente valore CLINO; la temperatura ha avuto, nel corso del mese, un andamento altalenante, con fasi più fredde, specie agli inizi della seconda decade, e situazioni decisamente più miti, come nel periodo a cavallo tra la seconda a la terza decade. Infine novembre si è concluso con una temperatura media di 9.9 °C, superiore di sei decimi a quella del CLINO; anche in questo caso il mese è iniziato con una fase più fredda, facendo poi registrare valori decisamente più miti della norma per gran parte della seconda e terza decade.

Anche nel seguente grafico, dove vengono riportati gli andamenti della temperatura media giornaliera dell’ultimo trimestre autunnale e del CLINO 1991-2020 (quest’ultimo con la corrispettiva deviazione standard), si evidenziano un settembre tendenzialmente caldo, in particolare nella seconda decade, un ottobre con temperature più altalenanti e un novembre caratterizzato da un inizio più fresco e una fase più mite in seguito.


Temperatura media: autunno 2021 VS CLINO 1991-2020

Tuttavia, osservando anche i valori del CLINO 1961-1990 (utilizzato come riferimento per gli studi sui cambiamenti climatici), si nota come, rispetto a tale CLINO, anche ottobre e, soprattutto, novembre risultino molto più caldi: questo a evidenziare la tendenza degli ultimi anni ad un netto aumento delle temperature che, nel caso dell’ultimo decennio, è stato ancor più eclatante nell’autunno del 2018 (l’autunno più caldo considerando i dati dal 1897). In generale tutti gli autunno dell’ultimo decennio hanno fatto registrare temperature superiori a quelle del CLINO.



La minima più bassa (2.9°C) si è rilevata il 29 novembre; quattro giorni prima, il 25, è stata registrata invece la massima più bassa (8.1 °C); non vi sono stati, quindi, giorni di gelo (giornate con temperatura minima inferiore a zero gradi) né tantomeno giorni di ghiaccio (giornate in cui la temperatura si mantiene al di sotto dello zero per tutto il giorno). Estendo lo sguardo al bacino aerologico milanese, invece, nel corso del mese di novembre si sono registrate temperature minime leggermente inferiori agli zero gradi (il valore più basso è stato quello registrato a Saronno il 30 novembre: -1.5 °C)

La temperatura più elevata a Milano Centro (30.8 °C) si è verificata il 13 settembre; nel primo mese dell’autunno meteorologico vi sono stati ben 14 notti tropicali, cioè giornate con temperatura minima superiore ai 20 °C (dal 2 al 15 settembre): secondo il CLINO 1991-2020 il numero medio di notti tropicali, a settembre, dovrebbe essere di 3.6.


Precipitazioni

Anche a livello precipitativo vi sono state significative differenze fra i tre mesi.

In linea col periodo di riferimento settembre (101.5 mm nel 2021; 96.7 quelli del CLINO): da precisare, però, che oltre la metà di questi millimetri son caduti nella sola giornata del 16 settembre (52.4 mm) e altri 30.8 mm il giorno 26. I primi quindici giorni del mese di settembre, invece, sono stati caratterizzati da assenza di precipitazioni.

Ottobre si è concluso con un cumulato di precipitazioni inferiore alla norma (59 mm contro i 93.4 del CLINO 1991-2020); di questi 59 mm, ben 44.7 si sono verificati nella sola giornata del 4 ottobre (giornata in cui vi è stata anche attività temporalesca a Milano). Le precipitazioni si sono concentrate nei primi e negli ultimi giorni del mese; la fase centrale è stata perlopiù caratterizzata da condizioni di tempo stabile, salvo il transito di una veloce perturbazione intorno al 21, che a Milano non ha però comportato fenomeni di rilievo.

Decisamente più piovoso il mese di novembre che con 144.5 mm supera di oltre trenta millimetri il corrispondente valore CLINO; in tutto a novembre vi sono stati 11 giorni di pioggia (viene definito “giorno di pioggia” un giorno in cui si registra almeno 1 mm di precipitazione) rispetto ad una media CLINO di 8.4 giorni.


Piogge: autunno 2021 VS CLINO 1991-2020

All’interno del bacino aerologico milanese, la stazione che ha registrato i maggiori quantitativi di pioggia nel corso dell’autunno è stata Vimercate (406.9 mm); in generale la porzione a nord di Milano è risultata essere più piovosa rispetto alla zona meridionale del bacino.

Estendendo lo sguardo a tutta la rete di Fondazione OMD, invece, la stazione con i maggiori accumuli risulta quella di Genova, con quasi 520 mm, di cui ben 127.8 caduti nella giornata del 3 ottobre e 104.9 mm il 13 novembre.


Un autunno, quindi, caratterizzato a Milano da un inizio di settembre molto caldo e asciutto; a cui è seguito un mese di ottobre poco piovoso e con temperature altalenanti; e infine un mese di novembre perlopiù mite e piovoso.

Con novembre 2021 termina anche l’anno meteorologico 2021, iniziato l’1 dicembre 2020: ad eccezione della stagione primaverile, che si è conclusa con una temperatura media di 14.3 °C, inferiore di cinque decimi rispetto al CLINO (per effetto dei mesi di aprile e maggio) tutte le altre stagioni sono risultate più calde della norma, in particolar modo l’inverno.

Post recenti
Archivio