Quando maggio fa rima con viaggio

10-May-2017

Ci siamo appena lasciati alle spalle tre lunghi ponti durante i quali in molti hanno approfittato dei giorni di vacanza e di una primavera dal clima sì variabile, ma con diverse giornate assolutamente gradevoli su gran parte del nostro Paese, per raggiungere luoghi di villeggiatura al mare o in montagna.

Essendo però, ahimè, le vacanze estive per molti ancora lontane, e stimolata dalla primavera la nostra voglia di viaggiare o stare semplicemente all’aria aperta, maggio è il mese durante cui si pianificano volentieri brevi vacanze di 3-4 giorni, generalmente verso mete non troppo lontane.

La caratteristica di questo mese, infatti, è quella di essere sufficientemente gradevole per andare al mare, ma la temperatura non è ancora così elevata da rendere insopportabile la visita a una città.

 

Già a giugno il clima inizia a passare dal “gradevole” di prima al “caldo”.

 

Quali sono i posti migliori da visitare in questo periodo?

 

Maggio è certamente un periodo meraviglioso per visitare l’Europa.

 

Per fare alcuni esempi, l’Austria, superato l’inverno, gode generalmente di questi tempi di un clima secco e soleggiato, con temperature intorno ai 20°C. In particolare, la città di Vienna, che ha un clima tipicamente continentale (inverni freddi ed estati calde), in questo periodo, permette piacevoli passeggiate tra monumenti e parchi. Diversamente, se durante l’inverno assume un fascino particolare se pur con temperature decisamente basse, in estate subisce il clima tipico da grande città dell’Europa centrale: molto caldo e afoso in alternanza a piogge improvvise.

 

In Scozia a maggio le giornate sono lunghissime, le precipitazioni meno abbondanti rispetto agli altri mesi dell’anno, le temperature più gradevoli e le piante in piena fioritura.

Il mese di maggio è meno frequentato dei più tradizionali luglio e agosto e ci sono più probabilità di avere giornate di bel tempo.

Parlando della città di Edimburgo, in genere, la temperatura è più mite nella seconda metà del mese.

Le piogge e il vento non mancano neanche in questa stagione, anche se da maggio il vento diventa un po' meno frequente e il sole un po' più presente. Da aprile il sole tramonta dopo le otto e, a partire dalla seconda settimana di maggio fino a circa il di 10 luglio, le notti non sono mai completamente buie.

 

In Portogallo la primavera è più calda della nostra, nonostante il clima sia molto influenzato e mitigato dall’Oceano Atlantico. Il mare è sempre molto fresco, se non freddo, ma questo è il momento ideale per godersi le spiagge più belle dell'Algarve, meno affollate che in estate, oppure per camminare lungo le antiche vie tracciate dai pescatori lungo la costa e le scogliere, scoprendo spiagge meravigliose. Maggio è un mese perfetto per visitare Lisbona, la sua capitale. A luglio e agosto, anche se generalmente la temperatura è moderata dalle correnti fresche provenienti dall’Atlantico, spesso soffiano correnti dall'Africa, che spingono la colonnina di mercurio anche oltre i 35°C.

 

La Norvegia ha un clima particolare, perché è un Paese nordico ma affacciato su un mare che è attraversato da una corrente calda, la Corrente del Golfo. Il mare mitiga sia la stagione fredda che quella calda. Durante l’inverno le ore di luce sono molto scarse se non addirittura assenti, ma dalla metà di maggio fino alla fine di luglio il sole non tramonta mai, regalando uno spettacolo davvero molto suggestivo ai valorosi che scelgono di affrontare il viaggio. In primavera, come il sole inizia a distribuire i suoi raggi e le temperature si alzano, i norvegesi si riversano nei bar e nei locali per non perdersi la prima birra all'aperto dell'anno.

 

Fuori Europa

 

Siete invece tra quelli che odiano la calca estiva e le spiagge troppo affollate e preferite godervi, in estate, la vostra città semi svuotata? Considerato anche il fattore risparmio, maggio è un mese ottimo pure per pianificare vacanze e viaggi più lunghi, se non addirittura il vostro viaggio di nozze.

Dove andare?

Va subito detto che l'Asia a maggio è in parte off limits.

Non lo è invece l'Indonesia che, non toccata dai monsoni, in questo periodo offre il clima perfetto per godersi il mare, la barriera corallina e il trekking sui vulcani.

Semaforo verde anche per mete come Cina e alcune aree del Giappone, nord Africa (prima delle ondate di caldo estive), Capo Verde, Madagascar o Hawaii.

Semaforo giallo per Caraibi o Bahamas, dove sta per iniziare la stagione delle piogge e per la Bolivia, dove invece il periodo piovoso è appena terminato.

Semaforo rosso invece per l’India, che sta entrando ora nella stagione dei monsoni (molto calda e umida), Zanzibar e Sri Lanka.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post recenti

September 25, 2019

Please reload

Archivio
Please reload

Fondazione Osservatorio Meteorologico Milano Duomo

Via Guerrazzi 25, Milano

C.F. 97711130159 - P.IVA 09944730960 - Codice SDI (Fatt. elettronica): USAL8PV