top of page
  • Samantha Pilati

Caldo inverno a Milano



Si è concluso lo scorso 29 febbraio l’inverno meteorologico 2024, che è risultato essere a Milano il più caldo degli ultimi 127 anni insieme a quello del 2020. Esaminiamo in dettaglio i dati registrati dalla nostra stazione di Milano Centro, confrontandoli con quelli del CLINO (Climatological Normal) 1991-2020.

 

Andamento generale e temperature

La temperatura media della stagione appena terminata è stata di 8.0°C: si tratta del valore più alto registrato a Milano in inverno, pari merito con il 2020, e superiore di ben 2.8 °C rispetto al CLINO 1991-2020.

Tutti e tre i mesi sono stati più caldi del normale, ma particolarmente significativo è stato il contributo di dicembre e febbraio, che con una temperatura media rispettivamente di 7.7 °C e 10.6 °C sono risultati i più caldi di sempre: dicembre ha superato il suo corrispettivo CLINO di 2.8 °C, febbraio addirittura di 4.3 °C.

Nella seguente tabella si osserva come le stagioni invernali degli ultimi dieci anni siano state tutte nel complesso molto calde.


Temperature medie dell'ultimo decennio (°C)


Nel grafico successivo si può osservare come, durante l’inverno 2024, vi siano stati numerosi periodi caratterizzati da temperature decisamente al di sopra della norma; si distinguono in particolar modo l’ultima decade di dicembre e i primi 20 giorni del mese di febbraio. L’ultima decade di dicembre ha fatto registrare una media di 10.5 °C, contro un valore CLINO corrispondente di 4.2 °C.


Temperatura media: inverno 2024 VS CLINO 1991-2020

La temperatura massima più elevata (19.1 °C)  è stata registrata il 23 dicembre, ma per quattro giorni consecutivi, dal 22 al 25 dicembre, si sono superati i 15 °C. A febbraio, addirittura, solo in due episodi la massima è scesa sotto i 10 °C (il 26 e il 27).

La massima più bassa, invece, si è verificata il 17 gennaio (4.7 °C): non vi sono quindi state giornate di ghiaccio, cioè con massima negativa, nel corso di quest’ultimo inverno.

I giorni di gelo, cioè con temperatura minima negativa, sono stati 3 (1 a dicembre e 2 a gennaio) contro un valore medio atteso per la stagione invernale di 16.5 giornate; la minima assoluta, -0.5 °C, si è registrata sia il 17 dicembre sia il 14 gennaio.


Così come la media delle medie, anche la media delle minime e la media delle massime sono state molto superiori al corrispondente valore CLINO, nonché le più alte di sempre nel caso delle minime. 


Temperature medie dell'inverno (°C)


Nella seguente immagine, che riporta la rosa dei venti elaborata per la stagione invernale, risulta evidente una prevalenza di ventilazione dai settori sud-occidentali.


Rosa dei venti dell'inverno 2024


In genere la ventilazione non è stata particolarmente sostenuta, con quasi l’80% dei casi di vento medio inferiore a 1.5 m/s. Non sono tuttavia mancati episodi di vento forte, associati perlopiù ad eventi di Föhn; la raffica maggiore (53.3 km/h) è stata registrata il 2 dicembre.


Precipitazioni

L’inverno 2024 è stato caratterizzato da quantitativi di pioggia superiori alla  media CLINO di oltre 70 mm, ma questo soprattutto a causa del contributo di febbraio, mentre gennaio e soprattutto dicembre si erano conclusi sotto media pluviometrica.


Piogge: inverno 2024 VS CLINO 1991-2020


Come spesso accade negli ultimi anni, le piogge non sono state tuttavia ben distribuite nel corso del mese, ma concentrate in singoli episodi molto intensi: degli oltre 175 mm caduti a febbraio, ben 130 si riferiscono a 4 singole giornate, tutte concentrate nell’ultima decade del mese, mentre tra gennaio e febbraio ci sono stati addirittura 20 giorni consecutivi senza precipitazioni, a causa del persistere di una robusta alta pressione.

Non vi sono stati episodi nevosi.


Un inverno, quindi, caratterizzato a Milano da temperature spesso al di sopra della norma (tanto da risultare il più caldo degli ultimi 127 anni), specie a febbraio e nella fase conclusiva di dicembre, e da due mesi avari di precipitazioni seguiti però da un febbraio molto piovoso.




コメント


Post recenti
Archivio
bottom of page