Ma oggi non doveva esserci il sole?!?

Nell'obiettivo di svelare l’affascinante mistero che avvolge l’elaborazione di una previsione meteorologica, la scorsa settimana vi abbiamo raccontato cosa sia un modello meteorologico e come questo rappresenti, per gli addetti ai lavori, lo strumento fondamentale per poter formulare delle verosimili ipotesi sulla possibile evoluzione del tempo atmosferico nel prossimo futuro. Ipotesi, appunto. Perché non va mai dimenticato, doverosa premessa, che la previsione meteorologica descrive solo un probabile stato futuro del tempo e non una sua sicura evoluzione; del resto la meteorologia, si sa, non è e non sarà mai una scienza esatta. Come ogni strumento che si rispetti, anche i modelli meteorol

Ambarabà ciccì coccò… Ma domani piove o no?

Tutti coloro che si occupano di meteorologia e previsioni meteorologiche si sono, prima o poi, sentiti porre la fatidica domanda: “Ma come si fanno le previsioni?” Sono tanti gli strumenti necessari per elaborare una buona previsione (oltre, ovviamente, all’esperienza del meteorologo stesso), ma un ruolo fondamentale è giocato dai modelli meteorologici: si tratta di modelli fisico-matematici basati su algoritmi che risolvono varie equazioni differenziali; già nel 1922 Richardson intraprese il primo tentativo di predizione numerica, ma solo tra gli anni ‘60 e ’70, con lo sviluppo di computer e calcolatori, questo divenne realmente possibile. I movimenti dell’atmosfera sono governati da leggi

Ma il cielo è sempre più blu...

Alzando lo sguardo verso l’alto in queste belle e limpide giornate primaverili ci capita di osservare un cielo di un azzurro intenso e brillante. Vi siete mai chiesti perché ci appaia di questo colore? E perché in certe sere si tinge di rosso, dando origine a meravigliosi tramonti? Oppure come mai il cielo visto dalla Luna non è più azzurro ma nero ed è possibile osservare le stelle anche durante il giorno? Per rispondere a queste curiosità è necessario fare un breve (e non troppo difficile) salto nel mondo della fisica ed analizzare l’interazione della luce del sole con l’atmosfera del nostro pianeta. Il Sole emette radiazioni elettromagnetiche di diverse lunghezze d’onda che si propagano n

Quando maggio fa rima con viaggio

Ci siamo appena lasciati alle spalle tre lunghi ponti durante i quali in molti hanno approfittato dei giorni di vacanza e di una primavera dal clima sì variabile, ma con diverse giornate assolutamente gradevoli su gran parte del nostro Paese, per raggiungere luoghi di villeggiatura al mare o in montagna. Essendo però, ahimè, le vacanze estive per molti ancora lontane, e stimolata dalla primavera la nostra voglia di viaggiare o stare semplicemente all’aria aperta, maggio è il mese durante cui si pianificano volentieri brevi vacanze di 3-4 giorni, generalmente verso mete non troppo lontane. La caratteristica di questo mese, infatti, è quella di essere sufficientemente gradevole per andare al m

That's Vapore!

Quando si parla di meteorologia o di record meteorologici si pensa quasi sempre a temperatura e precipitazioni: se le temperature salgono, o scendono, al di sopra di determinati valori o se le piogge cadono incessantemente per giorni, subito ci si domanda se siano stati superati record storici; difficilmente, però, qualcuno si domanderà se è mai stato più o meno umido. Non più tardi di due settimane fa, per esempio, in molte zone dell’alta Lombardia, a seguito dell’ingresso di aria favonizzata, e quindi più secca, da nord si sono registrati valori di umidità relativa anche inferiori al 5%, tipici sicuramente più di alcune zone desertiche che delle lande lombarde; malgrado ciò, tranne che tra

Post recenti
Archivio

Fondazione Osservatorio Meteorologico Milano Duomo

Via Guerrazzi 25, Milano

C.F. 97711130159 - P.IVA 09944730960 - Codice SDI (Fatt. elettronica): USAL8PV