C'era una volta un termometro

In generale, la realtà che ci circonda può essere descritta in modo qualitativo, attraverso le opinioni soggettive di chi la osserva, oppure in maniera quantitativa, mediante la misura delle grandezze fisiche che la caratterizzano. Lo studio dei fenomeni naturali tramite il monitoraggio delle quantità misurabili associate al fenomeno in esame e la ricerca di princìpi e leggi fisico-matematiche che regolano le relazioni tra le grandezze fisiche, sono proprio alla base della fisica. Analogamente, anche le condizioni meteorologiche in atto possono essere illustrate in modo più descrittivo oppure tramite l’osservazione strumentale delle variabili meteorologiche (esempio temperatura dell’aria, um

Cambiamento climatico: i rischi per la salute

Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), la salute non può essere definita semplicemente come assenza di malattia o infermità, ma si tratta di uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale che spetta di diritto a tutta la popolazione mondiale. In questo senso si sente sempre più spesso parlare di salute globale, un approccio che mira a dare pieno significato e attuazione a questa visione di salute. Il 23% delle morti a livello globale sono legate a cause ambientali di diverso tipo, tra cui qualità dell’aria e cambiamento climatico. Come affermato da The Lancet, una delle più importanti riviste scientifiche in ambito medico, il climate change è “la più grande minaccia

Fiocchi a maggio...

“Non può piovere per sempre, ma ci sta provando”. Così cita una vignetta molto attuale sui social in questo ultimo periodo, che ironizza sull’instabilità atmosferica che ci accompagna ormai dagli inizi del mese di maggio e che sta determinando frequenti e spesso forti rovesci e temporali. Effettivamente assai poche sono state, nelle ultime due settimane, le giornate che abbiano contato 24 ore del tutto “all’asciutto”. E, per quanto la primavera sia stagione dominata dalla variabilità, la consapevolezza non aiuta ormai neanche le anime più pazienti, in attesa di poter pianificare un definitivo cambio degli armadi o una gita fuori porta approfittando di qualche fine settimana di sole e tempera

Un aprile caldo

La scorsa settimana si è concluso aprile, mese centrale della primavera meteorologica. Quali sono state, a Milano, le caratteristiche meteorologiche generali di questo mese? Scopriamolo analizzando i dati della nostra stazione sita nel centro di Milano, confrontandoli con quelli degli anni immediatamente precedenti e con il CLINO di Milano Centro relativo al trentennio 1981-2010. Temperature Aprile 2018 VS CLINO Aprile 1981-2010 Aprile 2018 è stato indubbiamente un mese molto caldo: esso si è chiuso con una temperatura media di 17.3°C, quindi superiore di quasi quattro gradi alla media del CLINO 1981-2010 (13.7°C). Tuttavia, la prima parte del mese è stata caratterizzata da una certa instabi

Una rondine non fa primavera, ma una zanzara...

Con l’arrivo dei primi caldi, puntuali come le tasse, si presentano in forze con quel fastidioso ronzio di ali sbattute 600 volte al secondo che non ti fa dormire la notte. Tanti anni e ancora non ho trovato qualcuno che non le odi dal profondo. Come chi?! Le zanzare! Se pur è il periodo che va da maggio a giugno quello della loro ufficiale comparsa, a causa dei cambiamenti di clima e di temperatura, negli ultimi anni ci siamo abituati alla loro presenza anche durante i mesi invernali; la zanzara tigre, ad esempio, in passato iniziava a pungere da luglio a metà settembre, mentre oggi si palesa già ad aprile e se ne va in giro almeno fino a novembre. La parentesi estiva che ha interessato una

Post recenti
Archivio

Fondazione Osservatorio Meteorologico Milano Duomo

Via Guerrazzi 25, Milano

C.F. 97711130159 - P.IVA 09944730960 - Codice SDI (Fatt. elettronica): USAL8PV