Se il previsore è…Un cane!

Era l’estate del 2010 quando Paul, un polpo comune che viveva in un acquario pubblico presso il centro di vita marina di Oberhausen, in Germania, acquistò notorietà internazionale in occasione dei mondiali di calcio per la sua presunta capacità, attraverso i propri comportamenti, di "prevedere" i risultati delle partite di in cui era coinvolta la nazionale tedesca. Ebbene, forse non tutti sanno che dall’altra parte del Pianeta a Punxsutawney, in Pennsylvania, all’interno di un tronco cavo (Gobbler's knob)dove riposa per gran parte del tempo, vive Phil, una marmotta la cui fama è forse meno diffusa di quella di Paul, ma che in termini di abilità previsionale non è certo da meno del suo ‘coll

Oggi ho proprio la testa tra le nuvole...

Oggi, giovedì 23 marzo, si festeggia la Giornata Mondiale della Meteorologia del 2017. In questo giorno cade infatti l’anniversario di entrata in vigore della Organizzazione Meteorologica Mondiale (World Meteorological Organization – WMO) come Agenzia delle Nazioni Unite nel campo della meteorologia, idrologia e le connesse scienze geofisiche. Ogni anno il WMO, in occasione di questa “celebrazione”, propone approfondimenti su diverse tematiche legate al mondo della meteorologia e ai fenomeni ad essa legati. Il tema di quest’anno è “Understanding Clouds”, ovvero “Comprendere le nubi”, in cui si coglie l’occasione per approfondire e mettere in risalto l’importanza che rivestono le nubi in dive

Ripartono le tesi di laurea in Fondazione OMD

La Fondazione Osservatorio Meteorologico Milano Duomo, grazie ai suoi progetti di collaborazione e convenzione instaurati con la maggior parte delle Università di Milano, ha ripreso la tradizione già consolidata dell’Associazione OMD di supporto allo svolgimento e alla realizzazione dei lavori di tesi. Proprio alla fine di febbraio si è laureata in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente, presso l’Università di Milano-Bicocca, la prima studentessa che ha svolto il suo lavoro di tesi presso la Fondazione. Lo studio di cui si è occupata rientra in nella prima fase di uno dei progetti primari della Fondazione: il progetto Clima Milano, il cui scopo è l’aggiornamento e lo studio del clima dell’area

Il clima influenza l'influenza?

Come tutti – ahimè - ben sappiamo, l'epidemia influenzale si sviluppa tipicamente nella stagione invernale, tra novembre e marzo nell'emisfero boreale, e tra maggio e settembre in quello australe. Studi sperimentali sono volti a dimostrare che condizioni climatiche di temperatura fredda con un tasso ridotto di umidità favoriscono la trasmissione virale. Nonostante l'ampia documentazione dei cicli stagionali dell'influenza e la curiosità per quanto riguarda le cause, a oggi, abbiamo però a disposizione pochi dati concreti per indicare chiaramente il motivo per cui il picco di infezione da virus influenzale si verifichi in inverno. La bioclimatologia opera, infatti, con ricerche empiriche o di

Edizione straordinaria...O forse no

“Afa simile nel ’28, nel ’45 e nel ’50. Ma in due secoli questo è il record” Ora, se vi raccontassi che questo è il titolo, riportato a caratteri cubitali sulla prima pagina del Corriere della Sera di un giornata agostina di ormai parecchie estati fa, domandando il vostro parere sull’anno cui il quotidiano in questione potrebbe appartenere, molto probabilmente la maggior parte di voi lo ricondurrebbe senza esitazione al famigerato 2003. E non sbaglierebbe: la pagina, visibilmente un po’ingiallita e bordata da pubblicità di cellulari e videocamere che riecheggiano un tempo ormai incredibilmente lontano, è datata 12 agosto 2003, giornata esattamente al centro di quello che sarebbe stato ricord

Post recenti
Archivio

Fondazione Osservatorio Meteorologico Milano Duomo

Via Guerrazzi 25, Milano

C.F. 97711130159 - P.IVA 09944730960 - Codice SDI (Fatt. elettronica): USAL8PV