• Samantha Pilati

Un mese di gennaio all'insegna dell'alta pressione


Una delle caratteristiche del primo mese del 2022 è stata la prevalenza di situazioni anticicloniche, con conseguenti episodi di spiccata inversione termica, associata a nebbie in pianura, e scarsi quantitativi di precipitazioni.

Analizziamo più in dettaglio i dati, rilevati dalla nostra stazione di Milano Centro, confrontandoli con quelli del CLINO 1991-2020.


Andamento generale e temperature

La temperatura media di gennaio 2022 è stata di 5.3 °C, ben un grado al di sopra di quella del CLINO 1991-2020 (4.3 °C). La temperatura ha avuto, nel corso del mese, un andamento altalenante, con fasi più fredde della norma, spesso coincidenti con situazioni di nebbie persistenti, come nel caso dei primi giorni della terza decade, e fasi decisamente più miti, talvolta coincidenti con episodi di föhn, come ad esempio negli ultimi giorni del mese. Tale andamento è ben osservabile nel seguente grafico, dove sono rappresentate le temperature medie giornaliere di gennaio 2022 rispetto a quelle del CLINO, con relativa deviazione standard.


Temperatura media: gennaio 2022 VS CLINO 1991-2020

La minima assoluta è stata registrata il 10 gennaio (-0.7 °C), mentre la massima assoluta è stata rilevata il 28 gennaio (16.5 °C) durante uno dei precedentemente citati episodi di föhn; pochi giorni prima, il 24, si era verificata la massima più bassa del mese (3.9 °C), in una giornata caratterizzata da nebbia sulla città. Non vi sono quindi state giornate di ghiaccio (giorni con temperatura massima negativa), mentre i giorni di gelo, cioè quelli con minima negativa, sono stati quattro, di cui tre concentrati tra l’8 e l’11 del mese.

Se la media delle temperature minime è stata solo di poco superiore a quella del CLINO 1991-2020, decisamente più elevata della norma è stata quella delle temperature massime.

Soffermando l’attenzione sull’ultimo decennio, si osserva come quasi sempre il mese di gennaio sia risultato più caldo della norma (fa eccezione solo il 2017).

La questione è ancora più significativa se si considera che il valore CLINO del 1961-1990 (ancora utilizzato per gli studi sui cambiamenti climatici) per la temperatura media del mese di gennaio era di soli 3.0 °C, ben inferiore quindi a quella del CLINO 1991-2020.


Precipitazioni

Gennaio 2022 è stato caratterizzato da scarse piogge, decisamente inferiori al valore CLINO di riferimento. Come si può osservare anche nel seguente grafico, spesso nell’ultimo decennio si sono verificati mesi di gennaio poco piovosi (fanno eccezione solo il 2014 e il 2021). Addirittura nel 2017 i millimetri di pioggia registrati sono stati solo 0.4.


Precipitazioni nei mesi di gennaio

Considerando come giorni di pioggia le giornate con accumulo di almeno un millimetro, l’ultimo giorno di pioggia risale al 5 gennaio. Poiché anche il mese di dicembre è stato poco piovoso e anche la fase iniziale di febbraio si apre all’insegna dell’assenza di piogge, quello che stiamo vivendo è un inverno decisamente avaro di precipitazioni.


Qualche curiosità dalla nostra rete…

Complice l’effetto favonico, la temperatura massima più elevata (22.0 °C) si è registrata ad Aosta il giorno 30. A Venezia, invece, in tutto il mese, non si sono superati i 12.3 °C.

La minima assoluta spetta invece a l'Aquila (-6.5 °C il giorno 26).


Soffermando l’attenzione sul bacino aerologico milanese, la temperatura più elevata registrata nel corso del mese è stata di 17.6 °C a Legnano, Saronno e Vigevano rispettivamente nei giorni 17, 30 e 28; mentre la minima assoluta è stata di -4.3 °C a Gaggiano il giorno 11 (a Gaggiano dal 7 al 19 vi sono stati tredici giorni consecutivi di gelo). A Lacchiarella vi sono state due giornate di ghiaccio: il giorno 8 e il giorno 10, difatti, la massima non ha superato i -0.1 °C.

Il bacino aerologico milanese e in generale tutta la porzione nord-occidentale della Penisola sono stati caratterizzati da scarsi, se non nulli, quantitativi di precipitazione. Decisamente più piovose le regioni meridionali, con il maggior accumulo mensile verificatosi a Palermo (80.6 mm).



Post recenti
Archivio